Screening per il cancro del colon retto: scoperti 25 casi gravi

L’Asl 4 ha reso noti i dati del primo anno di attività. Il 42,33% degli interpellati ha partecipato allo screening. Il 12% è risultato positivo al test sulla presenza di sangue occulto nelle feci. Scoperti 25 casi gravi, trattati tempestivamente.Dopo un anno di attività, l’Asl 4 Chiavarese traccia un bilancio dello screening per il cancro del colon al retto. Sono coinvolti uomini e donne di età compresa fra i 50 e i 69 anni. Su poco meno di 40.000 soggetti interessati, nei primi dodici mesi dello screening ne sono state contattata circa 10.000. Il 42,33% dei soggetti contattati ha aderito ed ha eseguito l’esame della ricerca del sangue occulto nelle feci. Sono risultate positive 560 persone, pari al 12% del campione. Dei 497 cittadini invitati al secondo livello di screening al 25 gennaio 2010, 375 persone hanno eseguito la visita gastroenterologica. ad oggi sono state eseguite 233 colonscopie, il 10% ha rivelato la presenza di una displasia grave o di adenocarcinomi. In totale si tratta di 25 casi gravi: la diagnosi precoce fa sperare per loro in una prognosi favorevole. Senza sintomi visibili, erano del tutto ignari della patologia in corso.

Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it