Scoperte quattro case chiuse: nove denunce

Nel mirino del commissariato di Chiavari sei brasiliani e tre italiani. Spicca anche una storia da “Pretty woman”. La mappa delle case chiuse di Chiavari e Lavagna è stata redatta dal commissariato di polizia di Chiavari, guidato dal vice questore Giannina Roatta. Attraverso controlli sui giornali ed appostamenti sono stati individuati tre appartamenti a Lavagna ed uno a Chiavari, e denunciate nove persone, con l’accusa di sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell’imigrazione clandestina. Sei denunciati sono brasiliani, tra done e transessuali, tre italiani. Due di questi facevano da intermediari con le agenzie immobiliari, prendendo in affitto i locali, che poi cedevano all’attività di prostituzione, chiedendo in cambio 250 euro a settimana da ciscuna ragazza.


Diversa è la storia del terzo italiano coinvolto: da ex cliente occasionale, si è innamorato di una delle ragazze brasiliane. Le ha affittato un appartamento a Lavagna, dove convivevano, benché lei continuasse ad esercitare. Le ha organizzato un matrimonio fittizio con un genovese, in modo da regolarizzarla, ed andava anche a far pubblicare gli annunci sui giornali. Da questa attività, l’uomo, dicirca 40 anni, non ha mai preteso vantaggi economici, comportandosi così per aiutare la ragazza di cui si era innamorato.


Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it