Sbandati a Cavi: il sindaco chiede l’intervento di polizia e carabinieri

E' iniziata la demolizione dell'ex albergo Astoria

Dormono e sporcano sulle scale della chiesa di Arenelle. Sigilli ai vecchi campi da tennis, il Comune ha anche tolto l’acqua dalle fontanelle dove si lavavano.

“Numerose segnalazioni da parte degli abitanti della zona” ed anche “veementi lamentele del parroco della chiesa di Arenelle”. A citarle è il sindaco di Lavagna, Giuliano Vaccarezza, che ha scritto a polizia e carabinieri chiedendo di attivare “nuovamente controlli notturni per disincentivare la presenza di numerose persone senza fissa dimora di probabile nazionalità rumena che si radunano nottetempo nella zona della piazza Don Costa”. Secondo quanto riferito dal primo citadino, “ogni notte, dalle 22 e fino cirdca alle 7, un gruppo di alcune decine di persone dorme all’addiaccio sulle scale delal chiesa, nei porticati e nei vialetti adiacenti, accumulando ovunque materassi e alti oggetti, lordando il suolo con ogni genre di deiezione ed intimidendo i cittadini che li richiamino”. Il rifugio di questi sbandati dovrebbero essere le strutture dei vecchi campi da tennis adiacenti l’ex hotel Riviera, che il primo cittadino garantisce verranno sigillate nei prossimi giorni, mentre già è stata sospesa l’erogazione dell’acqua dalle fontanelle pubbliche, dove questi stranieri sono soliti lavarsi. “Da parte sua – aggiunge ancora Vaccarezza – il Comune ha provveduto a sgomberare, far murare e recintare a carico della proprietà l’ex hotel Riviera, mentre, essendo iniziati i lavori di ristrutturazione e parziale demoliaizone, l’ex albergo Astoria non può più essere utilizzato come rifugio”.