Santa Margherita, voto unanime sulle restrizioni per le macchinette da gioco

Il municipio di Santa Margherita Ligure
Il municipio di Santa Margherita Ligure

Scontro con le minoranze sulla gestione della Casa del Mare e polemiche per l’impiego a benzina (più costosa) dei mezzi comunali che potrebbero circolare a Gpl. Già partita la richiesta di una nuova riunione. Trasmissione su Radio Aldebaran questa sera alle 21.

Due voti unanimi, poi tante discussioni, nel consiglio comunale di Santa Margherita che si è riunito ieri, dalle 18 alla mezzanotte, e verrà trasmesso questa sera su Radio Aldebaran, a partire dalle 21. Tutti d’accordo sull’estensione alle ticket redemption, le macchinette aperte al gioco dei minori, delle limitazioni già imposte alle sale da gioco, proposta che era giunta dal MeetUp 5 Stelle cittadino. Voto unanime anche sulla mozione delle minoranze dedicata ai cosiddetti “Trash busters”: il sindaco Donadoni ha proposto di condividere un testo che prevede “il sostegno e se possibile l’aumento” del meccanismo di “inclusione sociale”, ovvero l’impiego di persone in difficoltà economica in piccoli lavori di manutenzioni e pulizie. Da lì in poi, amministrazione e minoranze divise sui temi delle varie mozioni presentate da queste ultime, non senza qualche frizione nel dibattito. Le minoranze criticano il sindaco perché non vi è ancora la stima precisa dei lavori da effettuare alla Casa del Mare, con conseguente tempistica per l’assegnazione in gestione. Critiche anche perché i mezzi ibridi disponibili circolano a benzina, anziché al meno costoso gpl, per problemi burocratici con il rifornimento. Emerge, invece, che è stata individuata, e riparata, la perdita fognaria che ha provocato i valori sballati nel mare di Ghiaia con gli ultimi campionamenti Arpal.  Discussi otto punti, le opposizioni, che volevano la prosecuzione del dibattito oltre la mezzanotte, hanno già presentato richiesta di un nuovo consiglio per affrontare i quattro rimanenti.