Santa Margherita, perde il lavoro e tenta il suicidio

Un intervento provvidenziale
Un intervento provvidenziale

I carabinieri fermano un cittadino filippino quando già aveva il busto oltre la ringhiera del balcone. Portato all’ospedale di Lavagna, nel reparto di psichiatria.

 

Era un tentativo di suicidio, quello fermato, in tarda mattinata, a Santa Margherita, dai carabinieri della stazione cittadina. I militari sono intervenuti in via Roccatagliata, su segnalazione di un passante, trovando un 41enne, cittadino filippino, collaboratore domestico, residente a Ravenna, ma domiciliato proprio a S.Margherita, in grande agitazione, palesemente dopo l’assunzone di alcol. Nonostante i vari tentativi di dissuaderlo dal proposito, aveva ormai sporto il busto al di là della ringhiera del balcone, al secondo piano del palazzo, quando è stato afferrato dai carabinieri. Sembra che a ispirare il suo gesto fosse la prospettiva di rimanere senza lavoro. E’ stato portato all’ospedale di Lavagna, nel reparto di psichiatria.