Santa Margherita Ligure: oltre ai danni in porto e sulla strada, preoccupa anche il depuratore

Santa Margherita Ligure
Ingenti i danni a Santa Margaherita Ligure

Il depuratore di Punta Pedale è stato allagato dalle onde, che lo hanno mandato in tilt. Le foto.

Continua la conta dei danni dopo il maltempo degli ultimi giorni nel levante. A Santa Margherita Ligure le criticità più evidenti sono rappresentate dal crollo della parte centrale della diga del porto e dal crollo in vari punti della provinciale che collega la città a Portofino, strada completamente interdetta a partire dall’Hotel Regina Elena. Inoltre, il depuratore di Punta Pedale è stato allagato dalle onde che lo hanno mandato in tolt. Rimangono detriti e imbarcazioni da spostare sul fronte mare tra i quartieri di Ghiaia e Corte e danneggiate risultano anche panchine, pavimentazione, ringhiere, tombini e muretti di contenimento. La Panchina dell’Amore non c’è più, la Donnina artistica immortalata in mille foto ha subito danni e la fontana di Colombo presenta alcuni distacchi dei marmi nella parte bassa. Cancellata la passeggiata in fregio alla diga foranea, le sedi delle associazioni e delle società sportive sulla calata del porto sono danneggiate. Anche i locali della Capitaneria di Porto non sono ancora completamente agibili. A Villa Durazzo sono caduti due cipressi e tre palme ed il parco rimarrà chiuso fino al ripristino delle condizioni di sicurezza.

Santa Margherita Ligure Santa Margherita Ligure Santa Margherita Ligure Santa Margherita LigureSanta Margherita Ligure Santa Margherita Ligure Santa Margherita Ligure Santa Margherita LigureSanta Margherita Ligure Santa Margherita Ligure Santa Margherita Ligure Santa Margherita Ligure