Sanità: Villa Azzurra, convenzione in forse? Si mobilita Il Pdl

Il capogruppo del Pdl a Rapallo Carlo Bagnasco

I consiglieri regionali del Pdl e il capogruppo di Rapallo Carlo Bagnasco chiedono rassicurazioni sul rinnovo della convenzione tra Regione e Villa Azzurra di Rapallo, messa in forse da voci circolate negli ultimi giorni.

Allarme a Rapallo in merito alle indiscrezioni circa la possibilità che la convenzione tra Regione e Villa Azzurra non venga rinnovata. In reazione alle voci, i consiglieri regionali Roberto Bagnasco, Gino Garibaldi e Franco Rocca hanno preannunciato un’interrogazione urgente: “Un fatto del genere costituirebbe un ulteriore gravissimo errore della politica sanitaria di una regione che di scelte sbagliate, in questi ultimi anni, ne ha fatte troppe. Villa Azzurra costituisce un centro di eccellenza nazionale classificato come quinto dal ministero della Salute e gli interventi di cardiochirurgia non solo qualitativamente ma anche quantitativamente sono necessari a rispondere alle esigenze dei pazienti della Liguria”. Bagnasco:  “L’ipotesi di trasferire i 300 interventi al San Martino, difficilmente realizzabile in tempi medio brevi, porterebbe a pesanti aggravi di costi  alla Regione e problematiche di ogni genere per i nostri concittadini. Villa Azzurra è una realtà anche economica importante e decisiva per moltissima famiglie, con 130 dipendenti.

Sul tema è intervenuto anche Carlo Bagnasco, capogruppo del Pdl Rapallo, invitando il sindaco Giorgio Costa a intervenire sulla Regione per scongiurare l’evenienza. Lo stesso ha chiesto anche il consigliere regionale Armando Ezio Capurro, che si è rivolto per spiegazioni anche allo stesso assessore regionale Montaldo.