Sanità nel Tigullio: polemiche a Lavagna, polemiche a Santa Margherita

Salta il concorso per primario a Lavagna

I consiglieri regionali Ezio Chiesa e Armando Ezio Capurro criticano la revoca della selezione di un nuovo primario per l’ospedale di Lavagna. Il Pdl all’attacco sull’ospedale di Santa Margherita.

I consiglieri regionali Ezio Chiesa di “Liguria Viva” e Armando Ezio Capurro di “Noi con Claudio Burlando” denunciano un nuovo schiaffo alla sanità del Tigullio: la revoca del bando per la selezione di un nuovo primario di chirurgia generale presso l’ospedale di Lavagna. La selezione era stata attivata nel mese di novembre a seguito delle dimissioni del dottor D’Ambrosio. “Una scelta incomprensibile e sbagliata – commentano Capurro e Chiesa – che finisce per penalizzare l’ospedale di Sestri Levante, che passa da struttura complessa a struttura semplice con conseguente perdita di posti letto. L’attuale primario di Sestri Levante diventa, infatti, responsabile di chirurgia presso il nosocomio di Lavagna”. E sempre in tema di sanità, diamo notizia anche dell’interrogazione presentata in Regione dai consiglieri del Pdl Matteo Rosso, Roberto Bagnasco e Gino Garibaldi, che alla luce dell’annunciata vendita dell’ex ospedale di Santa Margherita Ligure chiedono se la giunta regionale ha provveduto al cambio di destinazione d’uso dei locali. I tre consiglieri, insieme a Pietro Chiarelli, presidente della Commissione Sanità del Comune di Santa Margherita Ligure, parlano a tal proposito di “operazione speculativa inaccettabile”.