Rubò cellulare ad una ragazza, ma ora la sua posizione si aggrava

L’uomo, un 63enne di Salsomaggiore, in carcere a Parma, deve ora rispondere di due altre accuse: il furto di 3.500 euro ad un uomo di Lavagna ed un tentativo di violenza sessuale nei confronti di una ragazza di Rapallo.Si aggrava la posizione del 63enne commerciante di Salsomaggiore Terme finito in carcere con l’accusa di aver aggredito una 22enne di Santa Margherita Ligure, prima picchiata e poi derubata del telefono cellulare. Nel carcere di Parma dove si trova rinchiuso gli è infatti stata notificata un’altra ordinanza di custodia cautelare relativa a due episodi, entrambi risalenti al mese di febbraio. Secondo le indagini condotte dai carabinieri di Santa Margherita Ligure il 63enne avrebbe rubato 3.500 euro ad un uomo di Lavagna, somministrandogli di nascosto degli psicofarmaci. Inoltre, avrebbe tentato di caricare a forza sulla proprio auto a Rapallo una ragazza, con l’intento probabilmente di abusare sessualmente di lei. Tentativo fortunatamente non andato a buon fine. Le indagini sono coordinate dal sostituto procuratore Francesco Brancaccio, l’ordinanza è stata firmata dal giudice Mauro Amisano.

Redazione Radio Aldebaran – www.radioaldebaran.it