Ristrutturazione Villa Porticciolo, Capurro presenta due osservazioni

Il consigliere di opposizione A. E. Capurro

Il consigliere di opposizione contesta la variante al piano regolatore, ipotizzando irregolarità. Invita quindi il Comune a revocare la delibera in via di autotutela.

Non piace a Rapallo al consigliere di opposizione Armando Ezio Capurro il progetto di ristrutturazione di Villa Porticciolo. Contro tale progetto l’ex sindaco ha oggi presentato due osservazioni. Con la prima Capurro contesta la relativa variante al piano regolatore affermando che la stessa non è riconducibile alla tipologia di variante di esclusivo interesse locale in quanto, di fatto, viene individuata un’area destinata ad insediamento ricettivo. Con la seconda, invece, rileva come la stessa variante prevede la realizzazione di un centro benessere al primo piano e di una suite di accoglienza turistica al secondo, parlando esplicitamente di “polo turistico ricettivo di elevato pregio”, senza però che sia indicato un piano economico-finanziario. Capurro esprime quindi il timore che la variante sia solo il preludio di una trasformazione residenziale. Con entrambe le osservazioni il consigliere chiede al Comune di ritirare la variante in via di autotutela ed invita le amministrazioni competenti sotto il profilo urbanistico a respingere la stessa.