Risale a ieri sera l’incidente mortale alla Ogar di Ne, la vittima è Marco Raibaudo

Il tragico incidente è avvenuto in Val Graveglia
L’incidente è avvenuto in Val Graveglia

L’uomo è precipitato dal tetto sul quale era salito per eseguire una riparazione. Il cadavere è stato scoperto questa mattina dal fratello Alberto. L’uomo aveva 55 anni e viveva a Chiavari con l’anziana madre.

Si chiamava Marco Raibaudo ed aveva 55 anni l’uomo trovato morto questa mattina sul retro del capannone della Ogar, un’azienda attiva nel settore della zincatura elettrolitica, con sede a Ne, in Via Garibaldi. L’uomo era uno dei titolari della ditta ed è morto cadendo dal tetto del capannone, sul quale si era recato per una riparazione. L’incidente è accaduto ieri sera, ma solo questa mattina il fratello Alberto, a sua volta impegnato nell’attività, ha trovato il cadavere. Il 55enne viveva a Chiavari con l’anziana madre. Il medico del 118 non ha potuto far altro che constatare il decesso dell’uomo. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri e l’Ispettorato del Lavoro.