Ripicche in consiglio comunale a Rapallo, critico anche il M5S

E' durato poco ieri sera il consiglio comunale
Movimentato ieri sera il consiglio comunale

Dopo la particolare seduta svoltasi ieri nel tardo pomeriggio a Rapallo, terminata con una sospensione dopo l’uscita della maggioranza dall’aula per mancanza del numero legale di consiglieri, anche il M5S interviene criticando le azioni della maggioranza, ritenute a danno dei cittadini.

Anche il Movimento 5 Stelle interviene sulla seduta consigliare di Rapallo, che ieri nel tardo pomeriggio ha visto la minoranza disertare il voto sulla prima pratica, quella relativa all’approvazione del rendiconto di gestione 2015, e la maggioranza uscire dall’aula subito dopo la votazione, facendo così venire a mancare il numero legale per la prosecuzione della seduta. Critici sulla scelta del sindaco Bagnasco i consiglieri Fabio Tosi e Federico Solari, portavoce rispettivamente del Movimento 5 Stelle in Regione e a Rapallo: “È lo specchio tristemente fedele dell’incoerenza del centrodestra su un tema cruciale come quello della sicurezza – dice Tosi -. Mentre in Regione gli ‘acerrimi alleati’ della Lega davano fuoco alle polveri del più bieco populismo propagandistico con il DDL sulla criminalità, in Comune la maggioranza di centrodestra ha deliberatamente evitato di affrontare una questione che da due anni giace nei cassetti, completamente ignorata”. “Ieri è andato in scena l’ennesimo Consiglio farsa di una maggioranza irresponsabile e indegna dei cittadini che rappresenta – commenta Solari -. Per aggiungere al danno la beffa, è stato anche impedito che si votasse la procedura per cancellare la tassa della depurazione dalla bolletta. I cittadini non lo dimenticheranno”.