Riorganizzazione sanitaria: Cgil e Cisl presentato una loro proposta

I sindacati presentano una proposta all'Asl 4
I sindacati presentano una proposta all’Asl 4

I due sindacati propongono di potenziare assistenza domiciliare ed ambulatori. Resterebbero i due ospedali di distretto di Rapallo e Sestri Levante, mentre a Chiavari rimarrebbe solo una casa della salute.

Potenziare per quanto possibile i servizi sul territorio, dall’assistenza domiciliare agli ambulatori, ottenendo dei risparmi rispetto alle spese nelle strutture ospedaliere e migliorando l’efficienza dei servizi stessi. Partono da qui Cgil e Cisl con la loro proposta, inviata a Regione, commissario della Asl e sindaci, riguardo alla riorganizzazione dell’Asl 4. Una proposta che nasce, ovviamente, nell’ottica di riorganizzazione generale della sanità in Liguria attualmente in atto e che farà parte di un documento completo su tutta la regione da parte di segreterie e settori funzione pubblica e pensionati di entrambi i sindacati. Per le strutture ospedaliere dell’Asl 4, Cgil e Cisl propongono due ospedali di distretto, a Rapallo e Sestri Levante. Quello di Rapallo, però, mantenendo anche le sale operatorie per ortopedia ed oculistica, mentre a Sestri Levante dovrebbe essere trasferita la RSA di Chiavari, che attualmente si trova in una sede inadeguata, troppa costosa da ristrutturare. Chiavari rimarrebbe una casa della salute, affidata in gestione ai medici di medicina generale, mentre a Lavagna verrebbero trasferiti i reparti acuti attualmente collocati a Sestri Levante.