Riordino delle province: Giorgio Canepa (Partecip@ttiva) attacca la Regione

Il consigliere comunale Giorgio Canepa

Il consigliere comunale chiavarese critica l’assenza della Regione agli incontri sul territorio organizzati dalle amministrazioni locali. E scrive a Burlando: “La Liguria rinunci completamente alle province”.

Anche Giorgio Canepa, consigliere comunale a Chiavari di Partecip@ttiva, interviene sul dibattito in corso relativo al riassetto delle province. E lo fa per attaccare la Regione, che secondo Canepa non avrebbe mai informato i cittadini sulle ricadute concrete che ci sarebbero scegliendo la Città metropolitana piuttosto che la cosiddetta Provincia del Levante. “La Regione non si è mai presentata agli incontri organizzati dalle amministrazioni locali – spiega il consigliere – per chiarire quale posizione avrebbe illustrato al Governo Monti il prossimo 23 ottobre”. Canepa ha deciso così di scrivere direttamente al Presidente Claudio Burlando per sottoporgli una sua proposta: quella di rinunciare completamente alle province, aggregando alla Città metropolitana solo i comuni contigui che esplicitamente ne facciano richiesta. “La Regione prenda in carico tutte le competenze che avevano le province – chiede l’esponente di Partecip@ttiva – e vengano definite delle aree amministrative omogenee, governate non da politici, ma da amministratori a livello gratuito”. Tra le aree amministrative omogenee proposte da Canepa, anche quelle del Golfo Paradiso e del Tigullio.