Rimane l’ipotesi di tagliare le Asl

Il presidente della Regione Claudio Burlando

Rimandato ad oggi pomeriggio l’incontro di ieri tra Regioni e Governo sulla spending review, ma Monti conferma l’entità dei tagli che, secondo Burlando, volevano dire nuove tasse o riduzione delle aziende sanitarie.

Rimane forte l’ipotesi di una riduzione del numero delle Asl, che andrebbe, inevitabilmente, a interessare per prima la Asl 4, e addirittura quella di una azienda sanitaria unica per tutta la Regione. Questo, al termine della riunione di ieri tra il presidente del Consiglio dei ministri, Mario Monti, ed i rappresentanti delle Regioni, dedicata al cosiddetto provvedimento della spending review. Il presidente della Regione Liguria, Claudio Burlando, aveva anticipato di ritenere inaccettabile il nuovo taglio a fondi per la sanità, e preannunciato che la soluzione sarebbe proprio il taglio delle Asl, in alternativa a nuove tasse. La riunione è aggioranta ad oggi, ma Monti, secondo la nota di Palazzo Chigi riportata dagli organi di informazione nazionali, “ha dato la disponibilita’ del Governo a fornire tutti i chiarimenti e gli approfondimenti ritenuti necessari ma ha ribadito che gli obiettivi del Decreto Legge del 6 luglio costituiscono un elemento essenziale della politica economica del Governo e che pertanto non potranno essere modificati”.