Rifiuti, è scontro tra Levaggi ed “Avanti Chiavari”

Il sindaco di Chiavari, Roberto Levaggi
Il sindaco di Chiavari, Roberto Levaggi

Il sindaco replica a Massimiliano Bisso attaccando la precedente gestione amministrativa di Chiavari e i trascorsi del presidente del movimento civico.

Il sindaco di Chiavari, Roberto Levaggi, replica duramente alla nota di “Avanti Chiavari” e del suo presidente, Massimiliano Bisso, sulla gestione della spazzatura: “La tariffa non si è potuta ridurre nel 2012 per il semplice fatto che, appena insediato, ho tristemente scoperto di aver ereditato dal quel passato di cui Bisso pare esser il portabandiera oltre 14 milioni di euro di fatture non pagate”, dice Levaggi che, sulla quantità di differenziata raggiunta con il nuovo sistema, rivednica che il 63,83% si colloca “a soli 1,17% dal risultato indicato dall’Europa, da raggiungere nei prossimi anni e non subito”, e  che comunque “Chiavari è ai vertici delle città medio-grandi in tutta la Liguria”, mentre Uscio “per anni amministrato da Bisso e oltre dieci volte più piccolo di Chiavari in quanto ad abitanti arriva a una modestissima quota di differenziata, 39,69”. Dura la conclusione, in cui Levaggi sostiene che “la predica mi arriva dal gestore di una discarica già finita sotto inchiesta e da quel partito del biodigestore già tristemente noto da queste parti”.