Ricettazione, abuso edilizio, truffe,danneggiamento: molte denunce

Molta attività per i carabineri nel Levante
Molta attività per i carabineri nel Levante

In particolare, un 51enne di Chiavari ha scoperto che la sua carta di credito veniva usata in internet da estranei, mentreun 52enne di Lavagna ha spillato 650 euro ad una donna.

 

Sono parecchie le denunce comminate ieri, nel Levante, dai carabinieri. A Chiavari, un 74enne, nativo di Sestri Levante, è stato denunciato per danneggiamento, dopo che, con un corpo contundente, se l’era presa contro l’auto di un 34enne. Deve rispondere di ricettazione, invece, un 30enne della provincia di Torino, pregiudicato, perché trovato in possesso di un telefono cellulare, che era stato rubato ad un giovane di Chiavari, del quale, secondo gli inquirenti, conosceva la provenienza illecita.

Anche peggio è andata ad un 51enne, sempre di Chiavari: un giovane del Napoletano utilizzava la sua carta di credito per effettuare pagamenti su internet ed i carabinieri della stazione di Lavagna hanno denunciato quest’ultimo, dopo averlo identificato con una indagine in rete. Denunciato, per truffa, anche un 52enne, nativo di Palermo, residente a Lavagna, nullafacente, che, con espedienti, a più riprese, si era fatto consegnare da una 64enne lavagnese denaro per 650 euro complessivi.

L’ultima segnalazione è quella di un abuso edilizio. A Moconesi, infatti, un 67enne pensionato ed una 40enne impiegata sono stati segnalati dai carabinieri di Gattorna per aver realizzato, senza permesso, muri di contenimento sul confine con un’altra proprietà, in località Cornaro.