Riaprono le discoteche. Dal 16 giugno via libera a fiere e sagre

lumache
Dal 16 giugno via libera alle sagre

Da oggi, possono riaprire le discoteche, anche se soltanto nella parte legata alla ristorazione, senza ballo, e poi ancora le residenze universitarie ed i parchi acquatici, così come è di nuovo consentita l’attività di formazione per adulti, in particolare formazione professionale e corsi di lingua. Lo stabilisce l’ultima ordinanza della Regione Liguria, varata ieri, che stabilisce anche il via libera, dal 16 giugno, a fiere e sagre.

Questo tipo di manifestazione, però, sembra comunque destinato a svolgersi senza serate danzanti e con la sola gastronomia. Si richiede, infatti, di “riorganizzare gli spazi, al fine di evitare assembramenti di persone e di assicurare il mantenimento di almeno 1 metro di separazione tra gli utenti, ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi”. Vale l’obbligo di mascherina e, sulle fiere, “nel caso di acquisti con scelta in autonomia e manipolazione del prodotto da parte del cliente, dovrà essere resa obbligatoria la disinfezione delle mani prima della manipolazione della merce. In alternativa, dovranno essere messi a disposizione della clientela guanti monouso da utilizzare obbligatoriamente”.