Riapertura dei centri estivi, le richieste di Buccilli al sindaco di Recco

Gian Luca Buccilli
Gian Luca Buccilli, capogruppo di Civica

Riapertura dei centri estivi a partire dal 15 giugno. Il decreto Rilancio prevede l’erogazione di 150 milioni di euro a favore dei comuni, a valere sul Fondo per le politiche della famiglia. Il contributo finanzia anche iniziative in collaborazione con soggetti privati, destinate a bambini/ragazzi di età compresa tra i tre e i quattordici anni, per i mesi da giugno a settembre. Per essere inclusi nel riparto dei fondi messi a disposizione dal Governo centrale, i Comuni sono chiamati a manifestare, entro il 10 giugno, il proprio interesse. A Recco, Civica, attraverso il capogruppo Gian Luca Buccilli, ha sollecitato il sindaco a porre in essere gli atti richiesti, da trasmettere ad Anci insieme alla scheda di rilevazione.

“Restiamo convinti dell’importanza strategica che i centri estivi rivestono e della necessità che il servizio da loro erogato rispetti non solo le linee guida igienico sanitarie ma anche un elevato standard di qualità. Crediamo valga la pena di ricordare come a causa dell’emergenza epidemiologica e della conseguente chiusura delle scuole, il Governo abbia messo in campo, attraverso il decreto Cura Italia, diverse misure a sostegno delle famiglie con figli. Tra queste figurano i congedi parentali straordinari e i bonus baby sitter dice Buccilli -. Con il decreto Rilancio, per i beneficiari del bonus baby sitter è stata prevista la possibilità di utilizzare le somme disponibili per l’iscrizione ai centri estivi dei figli di età non superiore a dodici anni; il limite di età viene meno nel caso di soggetti disabili, purché iscritti a scuole di ogni ordine e grado”.