Resta in carcere l’insegnante di religione accusato di violenza sessuale

Resta in carcere l'insegnante di religione

Il tribunale del riesame ha respinto la richiesta di scarcerazione: il 52enne di Voghera resta quindi dietro alle sbarre. Secondo i magistrati ha compiuto abusi sessuali ai danni di due dodicenni.

Resta in carcere l’insegnante di religione 52enne di Voghera accusato di aver compiuto abusi sessuali a Rapallo ai danni di due dodicenni extracomunitari. Il tribunale del riesame ha infatti respinto oggi la richiesta di scarcerazione. Secondo i magistrati esistono infatti gravi indizi di colpevolezza e c’è il rischio di reiterazione del reato. L’uomo resta pertanto in carcere a Chiavari. E’ accusato di violenza sessuale aggravata, ma continua a dichiararsi innocente.