Regolamento di conti per questioni di droga

Indagini condotte dalla polizia di Rapallo

Giovane russo accoltellato a Rapallo: prognosi di venti giorni. La polizia denuncia un minorenne algerino.

Si chiariscono i termini dell’aggressione a coltellate subita da un 29enne russo, nella notte tra sabato e domenica, a Rapallo, in salita Sant’Agostino. Il giovane, in Italia da anni, ha ricevuto dai medici del San Martino una prognosi di 20 giorni, anche se la vicinanza al cuore della ferita riportata dimostra che il pericolo corso è stato ben superiore. E’ molto conosciuto alle forze dell’ordine per i precedenti per spaccio di stupefacenti e proprio in questioni legate allo spaccio starebbero le ragioni dell’aggressione. Dal cellulare della vittima, infatti, i poliziotti del commissariato di Rapallo hanno ricostruito che l’uomo aveva appuntamento, per una sorta di regolamento di conti, con un 17enne algerino, con la cui fidanzata il russo aveva litigato di recente. Rintracciato, il minorenne ha raccontato agli uomini, coordinati dal vice questore Carlo Di Sarro, di aver subito l’aggressione ma di essere riuscito a disarmare l’avversario, rivolgendo il coltello contro di lui, prima di aiutarlo a chiamare i soccorsi e dileguarsi. Toccherà alla Procura chiarire i contorni della vicenda. Il giovanissimo africano, comunque, è stato denunciato dalla polizia per lesioni aggravate alla Procura della Repubblica ed al Tribunale dei minori.