Regolamento acustico approvato dalla sola maggioranza

Notti più lunghe a Santa Margherita

Nel consiglio comunale di Santa Margherita, opposizioni all’attacco sia sul merito del provvedimento, con la musica protratta sino all’1.30 nei fine settimana, sia sul presunto conflitto di interessi di due consiglieri.

E’ stato approvato dalla sola maggioranza di “Gente per Santa”, nel consiglio comunale di ieri sera, il nuovo regolamento acustico di Santa Margherita, che protrae la possibilità di musica nei locali sino all’1.30 di notte, nelle serate di venerdì e sabato, ovvero un’ora oltre quanto sancito, come norma generale, dalla Regione Liguria. Con qualche astensione, è stato votato anche un emendamento del sindaco che, secondo quanto detto dal consigliere di opposizione Angelo Bottino, “può portare la musica nei locali e nei loro dehors fino alle 4.00 del mattino”, almeno in occasioni speciali. Tutti i consiglieri di minoranza, però, si sono detti fortemente contrari al provvedimento, di cui Pietro Chiarelli aveva chiesto il ritiro. Diversi hanno anche lamentato un conflitto di interesse per due consiglieri di maggioranza, ovvero Augusto Sartori, che però ha detto di aver venduto il proprio locale, e Suavecito Verderio. Nel caso di questi, è intervenuto il sindaco De Marchi, dicendo: “E’ vittima della sua stessa bravura; in mattinata ho firmato un ordine di chiusura del suo locale, a seguito di un precedente intervento dei carabinieri, con il grande rammarico di punire un bravo operatore”.