Regione e pendolari sempre più allo scontro

Treni in stazione

Via libera di Burlando al piano di velocizzazione dei regionali, dopo la mancata presentazione al Forum dei viaggiatori. Zarino: “E’ stato l’assessore Vesco a delegittimare una persona delegata da tutti a rappresentarli”.

Continua lo scontro tra le associazioni dei pendolari e la Regione Liguria, che ha dato il via libera a Trenitalia, senza il confronto con le associazioni, per emanare il piano di velocizzazione dei regionali, in vigore da giugno. Sonia Zarino, unica presente, per i pendolari, all’incontro convocato e poi cancellato dall’assessore Enrico Vesco, precisa la sua posizione: “Non è vero – dice – che il Forum del trasporto pubblico ligure non fosse presente all’invito di Vesco, in quanto era stata delegata una rappresentante che però Vesco non ha riconosciuto come tale”. E poi: “Non è vero che il Forum abbia posto alcun ultimatum a Vesco circa la necessità di incontrare il presidente e la giunta, perchè è stato spiegato a Vesco solo il motivo della richiesta di incontro, ossia la necessità di coinvolgere anche altri assessorati collegati al tema del trasporto”. Perplessità vengono espresse anche sui tempi dell’operazione: “Quattro giorni prima del tempo massimo in cui la ripartizione Liguria di Trenitalia può consegnare a RFI le variazioni tracce ci sarebbe stata presentata una proposta senza possibilità di emendamento. Un simile atteggiamento – conclude Zarino – è stato tenuto in occasione della proposta di legge sul riordino del TPL regionale, sulla quale peraltro stiamo elaborando le nostre valutazioni. Non possiamo essere ritenuti responsabili del mancato dialogo”.