Referendum sul lavoro, parte la raccolta firme anche nel Tigullio

Parte da Sestri la raccolta firme

I gruppi di sinistra e la Cgil chiedono l’indizione di due referendum che riguardano il mondo del lavoro. Sabato sarà allestito un banchetto a Sestri per la raccolta delle firme e saranno aperti i registri negli altri Comuni del territorio.

Partirà sabato la raccolta firme per sostenere l’indizione di due referendum che riguardano il mondo del lavoro: il primo  chiede l’abolizione dell’art. 8 del Decreto Legge n. 138 del 2011 del Governo Berlusconi che inserisce nella legislazione una serie di deroghe al contratto collettivo nazionale di lavoro, il secondo l’abrogazione delle modifiche all’art.18 dello Statuto dei Lavoratori, introdotte dalla “riforma Fornero” del Governo Monti. Nel Tigullio sabato verrà allestito un banchetto a Sestri Levante, ma contemporaneamente ci sarà l’apertura dei registri in tutti i Comuni del territorio. A costituire un comitato unitario del Tigullio per sostenere i due referendum sono PRC, PDCI, SEL, Verdi, Sinistra critica, e poi la Fiom Cgil e Cgil che vogliamo e i consiglieri Marco Daneri, Marco Bertani, Getto Viarengo, Daniele Raffo, Aldo Canevello, Vincenzo Gueglio ed Alessandra Stagnaro.