Referendum, ancora commenti

L'acqua era al centro di due referendum

Esultano i partiti della sinistra. Adesso occorre, però, legiferare sulla materia dell’acqua.

Continuano ad arrivare commenti, sull’esito dei referendum, in cui il quorum è stato abbondantemente superato, sancendo la validità della consultazione. Dice Stefano Quaranta, coordinatore regionale di Sinistra Ecologia e Libertà: “La partecipazione popolare, l’acqua pubblica, il no al nucleare e la legge uguale per tutti siano pilastri per un nuovo centro sinistra”. Secondo Andrea Carannante, Partito Comunista dei Lavoratori, “Le numerose persone che anche nel Tigullio hanno abrogato 4 leggi reazionarie su acqua, nucleare, giustizia, hanno rivendicato di fatto una vita liberata dalla dittatura del profitto e un principio elementare di uguaglianza”. Da Santa Margherita, giunge un comunicato congiunto di Federazione della Sinistra, Partito Democratico e Sinistra Ecologia e Liberà, i cui coordinatori rilevano: “Oltre il 53% dei sammargheritesi si è recato alle urne. Ancora una volta il cittadino ha dimostrato una maturità che molta classe dirigente spesso stenta a trovare”.