Red carpet, il M5S di nuovo all’attacco: “Altro che calamita, a maggio presenze in calo”

Il red carpet ancora al centro di polemiche

Il M5S torna all’attacco contro il red carpet, mettendone in dubbio il successo: riportando i dati dell’Osservatorio turistico ligure, che segnala una diminuzione nelle presenze a maggio sia a Santa Margherita che Rapallo, il movimento chiede se valga la pena mantenere il tappeto.

Non sembra destinata a concludersi la polemica sul red carpet. Fabio Tosi, portavoce MoVimento 5 Stelle in Regione, torna alla carica, mettendo questa volta in dubbio il successo dell’iniziativa stessa: “Doveva essere un evento senza precedenti in Liguria, una calamita che avrebbe attirato decine di migliaia di turisti nel Tigullio, trasformato gli scogli della riviera in oro. E invece i numeri dell’Osservatorio turistico ligure raccontano tutta un’altra storia: – 8,46% di presenze a Rapallo a maggio rispetto al mese dell’anno precedente; – 3,09% nella vicina Santa Margherita”. Per i Cinque Stelle, “vero è che il calo del Tigullio rientra in un trend negativo che colpisce un po’ tutta la Liguria”, ma urge comunque “un’analisi costruttiva da parte della politica regionale, degli amministratori locali e degli operatori turistici. Bisogna cominciare a interrogarsi sulle scelte fatte e sui risultati ottenuti e chiedersi se sia ancora opportuno investire denaro pubblico dei cittadini per mantenere un tappeto che ha sin qui mostrato tutte le sue crepe”.