Recco, tornano le polemiche sui parcheggi

Il palazzo comunale di Recco
Il palazzo comunale di Recco

L’ultima delibera di giunta, poi annullata, secondo quanto riferisce il gruppo di opposizione “Progetto Recco”, estendeva il numero di posti riservati ai residenti: “Al contrario di quello che chiede la città”.

Si torna a polemizzare, a Recco, sui parcheggi a pagamento. Il gruppo di “Progetto Recco”, infatti, ha analizzato una nuova delibera di giunta, pubblicata all’albo pretorio e poi annullata in autotutela dall’amministrazione. Rispetto al precedente testo di gennaio, già scritto a seguito dell’estensione dei parcheggi a pagamento, questa volta, dice il gruppo di minoranza, “l’utilizzo dei parcheggi riservati esclusivamente ai residenti, in piazza Ricina e via Valleverde, è stato esteso a viadotto Rebora civico 4 via Filippo da Recco civico 5”. Quindi, mentre opposizione e commercianti, a seguito dell’estensione dell’area blu, chiedevano di rendere più facile il parcheggio a Recco, “una direttiva di giunta tutelava la prossimità del parcheggio gratis sotto casa di pochi”, conclude la nota diffusa da Progetto Recco.