Recco, lavori per l’abbattimento delle barriere architettoniche

Giuseppe Rotunno assessore ai lavori pubblici

Primi interventi da oggi, un piano da concludere in tre o quattro mesi riguarda tutto il centro ed è stato concordato con l’associazione ABA.

Il Comune di Recco, con i fondi sbloccati dal patto di stabilità grazie alla sentenza della Corte Costituzionale che autorizza all’utilizzo i Comuni con i conti in regola, ha avviato oggi un paio di cantieri per l’eliminazione di barriere architettoniche. Quello in elaborazione è un piano che in tre o quattro mesi vedrà la realizzazione di scivoli per i marciapiedi in piazza Nicoloso e nell’area tra via Roma, via Milano e via Trieste. L’assessore ai lavori pubblici, Giuseppe Rotunno, ha pianificato gli interventi con ABA, l’associazione per l’abbattimento delle barriere architettoniche, e dice: “Sono moderatamente soddisfatto del lavoro che abbiamo portato avanti. Questi interventi si aggiungono a quelli che ho cercato faticosamente di realizzare in questi ultimi tre anni nonostante la penuria di risorse. Ora che sono state sbloccate mi sembrava corretto utilizzarne una quantità significativa per cercare di dare una risposta di un certo rilievo su questa tematica particolarmente sensibile”.