Recall e agende dinamiche: la campagna della Asl contro gli appuntamenti saltati dai pazienti

La sede della Asl 4 in via Ghio a Chiavari
La sede della Asl 4 in via Ghio a Chiavari

Tempi lunghi per le prenotazioni e maggiori costi per il sistema sanitario: il 10% degli esami e delle visite prenotate viene saltato dal paziente. Istituito il numero verde anche per chi ritiene di avere avuto un appuntamento troppo l0ntano.

Circa il 10% degli appuntamenti presi, con mesi di anticipo, per visite ed esami, presso le stretture della Asl 4, viene saltato dai pazienti prenotati. A fronte della constatazione di questo problema, la Asl vara una vera e propria campagna per ridurre queste disfunzioni e, con esse, i tempi di attesa. Si potenzia il “recall”, ovvero il servizio di chiamata, per ricevere conferma o disdetta, una settimana circa prima dell’appuntamento. Attivo da novembre 2015, è stato esteso ad un maggior numero di agende, sino a 73, e agli appuntamenti con la priorità più bassa, codice P. La novità assoluta, attiva da lunedì prossimo, è il numero verde 800 185088, che i cittadini possono chiamare, nei giorni feriali, dalle 9 alle 12, per segnalare se ritengono che il tempo di attesa non rispetti il codice di priorità della prescrizione. Qualche spazio precedente si potrebbe ricavare, anche grazie alla recente attivazione delle “agende dinamiche”: vengono aggiornati automaticamente, ogni notte, gli appuntamenti riservati ai codici B, “brevi”, e D, “differiti”, ovvero previsti entro 10 o 60 giorni dalla prescrizione. La campagna specifica si completa con “oltre il recall”, una ulteriore telefonata a chi non si sia presentato all’appuntamento, per verificare i motivi e dare una ulteriore sensibilizzazione sul disagio arrecato agli altri pazienti in attesa.