Rapallo, partite le firme per il senso unico per Santa Margherita

Subito affluenza sostenuta al banchetto del Circolo della Libertà 61. Il Pd, invece, ha organizzato presìdi contro la manovra economica.

Il Partito Demcoratico ha organizzato una serie di presìdi contro la manovra economica del Governo. “Con dei volantinaggi, spieghiamo quali sono le nostre proposte e cosa, invece, fa il Governo”, dice il segretario del Pd Tigullio, Luca Garibaldi. Oggi, i volantinaggi si svolgono a Lavagna, in via Roma, a Serstri Levante, in largo Colombo e a rapallo, al’inizio di via Mameli, in questo caso anche al pomeriggio. Domani mattina, si replica, ancora a Rapallo, lunedì sarà la volta di Riva Trigoso, in piazza Brigate Partigiane. “Sarà anche possibile – spiegano ancora dal Pd – firmare per i referendum abrogativi della legge elettorale nota come porcellum”.

A Rapallo, invece, oggi e domani è allestito anche un altro gazebo con richiesta di raccolta firme. E’ quello del Circolo della Libertà, che chiede ai rapallesi di sostenere la proposta di un senso unico sul confine con Santa Margherita, che vieti il transito dei mezzi privati dalla città vicina verso Rapallo. “Il divieto dimezzerà il traffico – dicono dal Circolo capurriano – i veicoli provenienti da Santa Margherita dovranno salire sino a San Lorenzo per poi proseguire in direzione Ruta e prendere l’autostrada a Recco”. La petizione scatta anche perché “la situazione del traffico è aggravata, in questi giorni, dal transito dei camion, diretti a Santa Margherita, per eseguire i lavori previsti nella galleria ferroviaria di Ruta”. Neklla prima ora, sono state raccolte cento firme di rapallesi: “E’ un tema estramamente sentito – ha detto, in collegamento con Radio Aldebaran, Paolo Iantorno del Circolo della Libertà – perché Rapallo è diventata una camera a gas e la gente vuole il tunnel per Santa Margherita”.