Rapallo, maggioranza larga per Capurro presidente del consiglio

Armando Ezio Capurro

Brigati vota con la maggioranza. Il neo presidente: “Garante di tutti. I consiglio tornano al sabato mattina per risparmiare”. Elette le prime commssioni, qualche screzio tra gruppi sul collegio dei revisori dei conti.

E’ stata una maggioranza subito allargata, quella che ha esordito, ieri sera, nel consiglio comunale di Rapallo, il primo della nuova amministrazione. Armando Ezio Capurro, infatti, è stato eletto presidente dell’assemblea con dodici voti: agli undici della maggioranza si è unito quello di Pier Giorgio Brigati, secondo il quale “i rapallesi sapevano che, votando Costa, sarebbero andate cariche a Capurro, quindi è giusto che faccia il presidente”. Subito dopo la nomina, Capurro ha garantito, nel suo discorso, una conduzione imparziale dei consigli comunali, “che saranno convocati al sabato mattina, per risparmiare sugli straordinari e risparmiare ai dipendenti delle notti insonni” e promesso una modifica al regolamento di accesso agli atti “per renderli di nuovo facilmente a disposizione dei consiglieri”. Ieri, il sindaco, Giorgio Costa, ha prestato giuramento e pronunciato il discorso relativo alle linee guida del mandato. Nei prossimi giorni, renderà nota la lista degli incarichi che assegnerà ai vari consiglieri comunali, tra cui quelli a Lavori pubblici e Bilancio destinati allo stesso Capurro.

Intanto, la riunione di ieri ha definito la composizione delle commissioni, questa volta con Brigati “regolarmente” in quota alle opposizioni. Nella commissione elettorale sono confluiti Gloria Barbetta (Idv), Carlo Amroetti (Udc) e Roberto Spelta (Pdl), con membri supplenti Antonella Cerchi (Pd), Salvatore Faenza (Noi con Capurro) e Mariella Gerbi (Liguria Viva), mentre la commissione per l’elezione dei giudici popolari è composta da Luigi Reggioni (Noi con Capurro) e Pier Giorgio Brigati (Un’altra Rapallo). Qualche screzio si è avuto per la nomina del nuovo collegio dei revisori dei conti, con l’ex sindaco Mentore Campodonico che ha rilevato, criticamente: “Le scelte della maggioranza sono cadute sul fratello di un consigliere comunale e su un ex candidato”. “Abbiamo ripristinato la presenza di un membro in quota all’opposizione”, la sottolineature, in replica, dell’amministrazione. I votati sono, comunque, Riccardo Repetto (presidente), Laura Mastrangelo e Paolo Covre. Non hanno partecipato al voto Giancarlo Covre, Antonella Cerchi, Campodonico e Spelta.