Rapallo, la sera delle ripicche in consiglio comunale

L'aula vuota del consiglio comunale di Rapallo
L’aula vuota del consiglio comunale di Rapallo

La minoranza non vota il rendiconto, la maggioranza lascia l’aula subito dopo. E la seduta viene sospesa per mancanza del numero legale.

E’ stato un consiglio comunale davvero particolare quello andato in scena nel tardo pomeriggio di ieri a Rapallo. Come in qualche modo annunciato la minoranza ha infatti disertato il voto sulla prima pratica, quella relativa all’approvazione del rendiconto di gestione 2015. Questo in polemica per il ritardo con il quale il documento contabile è stato portato in aula. La legge prevede infatti che il rendiconto debba essere approvato entro il 30 aprile. Esaurita la discussione e votata la pratica, i consiglieri di maggioranza sono usciti dall’aula. E, mancando il numero legale, la seduta è stata sospesa. “Un banale dispetto da asilo – commenta Mauro Mele del Partito Democratico – Da chi ha responsabilità di amministrare ci si aspetta un comportamento più serio, non queste ripicche che fanno solo del male ai cittadini”.