Rapallo, Imu: Capurro critico con il sindaco

Il comune di Rapallo

“Non è opportuno aumentare quella sulla seconda casa, perché i conti potrebbero quadrare lo stesso”. Antonella Cerchi all’attacco sulla scuola Dellepiane e sul consiglio di sabato scorso.

A Rapallo, il presidente del consiglio comunale, Armando Ezio Capurro, è nuovamente schierato non in linea con il sindaco Giorgio Costa, in particolare criticando il ventilato aumento dell’Imu sulle seconde case: “Mi permetto di suggerire di redigere un pre-consuntivo al 31 agosto – dice Capurro -, perché che senso avrebbe aumentare la tassazione, se l’andamento delle spese dei primi otto mesi fosse stato in calo?”. Inoltre, “Occorre prima fare una proiezione sul 2013, quando il Governo ha già previsto ulteriore taglio per Rapallo di più di un milione e mezzo. Cosa farà Rapallo per pareggiare il bilancio nel 2013 se avrà già portato al massimo le aliquote sulla seconda casa?”.

Dall’opposizione, invece, è duplice il fronte di critiche di Antonella Cerchi. Da una parte, c’è il consiglio comunale di sabato, laddove, alla fine, non si è votata la pratica sull’adesione alla città metropolitana. Cerchi interroga il sindaco “per sapere chi sia il responsabile di una convocazione inutile i cui costi ricadono sui cittadini”. Dall’altra parte, ci sono i lavori avviati alla scuola Dellepiane di Santa Maria. La capogruppo del centro sinistra non è convinta dello spostamento al pomeriggio degli interventi più rumorosi, perché “alla Dellepiane i bambini fanno tre rientri pomeridiani”.