Rapallo, Capurro dice la sua sugli svincoli alberghieri: “Non si possono fare”

alberghetti
Gli alberghetti di Via Gramsci a Rapallo

Il consigliere di opposizione scrive all’amministrazione comunale, ma anche al Prefetto, alla Regione e alla Città Metropolitana per segnalare che la variante che dovrebbe approvare lo svincolo non è giuridicamente percorribile.

Secondo il consigliere di opposizione Armando Ezio Capurro non si può procedere con i ventilati svincoli alberghieri a Rapallo. Secondo Capurro il Puc non è attualmente in vigore perché deve essere ripubblicato aprendo i termini per nuove osservazioni e lo svincolo sarebbe in contrasto con la legge regionale sugli alberghi che lo vieta per le strutture con più di 18 posti letto. Secondo l’ex sindaco, inoltre, i consiglieri che si sono dichiarati incompatibili, non potendo votare il Puc, non possono nemmeno votare varianti allo stesso. Capurro chiede quindi all’amministrazione comunale perché gli immobili continuino a versare in stato di degrado, ma chiede anche a Regione e Città Metropolitana perché vista l’inerzia del Comune non abbiano adottato interventi sostitutivi.