Raccolta differenziata a Chiavari: rivoluzione in vista per il centro storico

L'assessore Daniela Colombo
L’assessore Daniela Colombo

Entreranno in funzione cinque stazioni di raccolta ed i rifiuti potranno essere conferiti solo di mattina. Fra le altre novità anche un’iniziativa a favore della mensa dei frati cappuccini, che coinvolge il mercato ortofrutticolo di Piazza Mazzini.

L’amministrazione comunale di Chiavari ha annunciato questa mattina alcune novità in materia di raccolta differenziata. Cambia la raccolta porta a porta nel centro storico: il nuovo sistema entrerà a regime il 1° gennaio del prossimo anno, ma gli elementi di novità saranno introdotti già dal 5 dicembre. Verranno istituite cinque stazioni di raccolta temporanea presidiate e i rifiuti, seguendo il calendario per tipologie già in vigore per le utenze domestiche, potranno essere conferiti solo dalle 6.30 alle 11 di mattina. Rimarranno funzionanti le isole ecologiche pomeridiane presidiate, così come resterà in vigore il sistema di raccolta di umido e cartone per gli esercizi commerciali. Una novità importante riguarda anche la lotta agli sprechi alimentari: dal 2 novembre sarà possibile fare acquisti a prezzo scontato presso i banchi del mercato ortofrutticolo di Piazza Mazzini e destinare quanto comprato al Convento dei Frati Cappuccini di Viale Tappani. Al quale sarà destinata anche la merce rimasta invenduta. Infine, dal mese di settembre è cambiato il metodo di calcolo della raccolta differenziata. L’obiettivo minimo da raggiungere è sceso dal 65% al 45% perché ora si fa riferimento al materiale pultio avviato al recupero e non a quello raccolto separatamente. Secondo i dati in possesso del Comune, Chiavari ha già superato la percentuale del 45%.