Questa volta l’allerta fa discutere

Stamattina pioggia significativa a Rapallo, Cichero, Cabanne

Il consigliere regionale Sartori: “Poca comunicazione, disagi per la famiglie”. L’amministrazione comunale di Santa Margherita: “Assistiamo a fenomeni repentini e gravi, bisogna conviverci”.

15 millimetri in un’ora a Rapallo, su un totale di 30, attorno alle 5.30. Qualcosa in più a Cichero, dove il totale è 50. 30 a Cabanne, 20 a Croce di Orero, precipitazioni quasi nulle invece a Chiavari e Sestri Levante ed in alta Fontanabuona. E’ il bilancio della pioggia nella cui attesa, attorno a mezzanotte, è stato elevato ad arancione il grado dell’allerta inizialmente proclamata come gialla in tutta la zona C della Liguria, e quindi anche nel Tigullio. Questa volta si è aperta una forte discussione tra sicurezza e interruzione dei servizi. Interviene il consigliere regionale Augusto Sartori, dicendo: «In merito alle frequenti chiusure delle scuole a causa dell’allerta meteo arancione, chiederò spiegazioni alle autorità competenti, in particolare per il mancato preavviso – come talvolta accade – che costringe numerose famiglie a doversi organizzare in tempi assai brevi per la gestione dei propri figli”. E’ tema su cui l’amministrazione comunale di Santa Margherita interviene dalla pagina Facebook “Donadoni sindaco”, spiegando che, durante la notte, si era proceduto con passaparola, per poi far scattare le telefonate di avviso alle 6.45: “Davanti a un’allerta meteo diramata dal Centro di Protezione Civile regionale – dice l’amministrazione sammargheritese – non possiamo ipotizzare che sul nostro territorio piova meno, piova di più o non piova affatto. L’esperienza di questi anni ci ha insegnato che possiamo assistere a fenomeni molto intensi, molto localizzati e soprattutto molto repentini. I cambiamenti climatici ci impongo di convivere anche con queste situazioni”.