Quercia di Carpenissone, si chiedono interventi

La quercia secolare di Carpenissone

Interrogazione del gruppo “Territorio e Sviluppo” del Comune di San Colombano: “Ci sono rami secchi, sono pericolosi”. Il gruppo chiede anche di sollecitare nuovi interventi contro il parassita dei castagni.

Gli alberi ed il loro stato di salute sono al centro delle ultime interrogazioni del gruppo consiliare “Territorio e sviluppo”, a San Colombano Certenoli. Sergio Vaccaro, Claudio Solari e Stefano Oneto, infatti, chiedono interventi sulla quercia secolare di Carpenissone, sottolineando che “la pianta presenta molti rami secchi” e sollecitano nuove pratiche per contrastare la malattia dei castagni, ovvero la presenza di cinipide, visto che i lanci di antagonista sono stati predisposti dalla Regione solo in Valle Sturla.