Quelle suite sospette a Villa Portocciolo

Il palazzo comunale di Rapallo

Capurro: “Un progetto che sa già di conversione a residenziale”. Sabato prossimo l’amministrazione illustra i suoi programmi per la meravigliosa villa sul mare, chiusa da anni.

Appartamenti di lusso a Villa Porticciolo. E’ l’ipotesi, che sarebbe clamorosa, che avanza, da Rapallo, il consigliere comunale e regionale Armando Ezio Capurro. Secondo voci ricorrenti, infatti, riferisce Capurro, alcune suite sarebbero realizzate al secondo piano della villa: “Che senso ha – si chiede l’ex sindaco – prevedere alcune “suite” al secondo piano se non ci fosse l’intenzione di venderle ai privati? Dopo il primo anno ci diranno che una struttura ricettiva non è economica con solo poche suite e che quinti occorre venderle ai privati per uso abitazione”. L’amministrazione comunale aveva convocato per sabato scorso, rinviandola, però, al prossimo, una conferenza stampa per presentare il nuovo bando di gara per Villa Porticciolo. Secondo Capurro, “la variante al prg di cui si parla prevederebbe un ristorante al piano terreno, un centro benessere al primo e alcune suite, appunto, al secondo, senza imporre il vincolo alberghiero”.