Quarantacinque giorni alle elezioni

Il palazzo comunale di Chiavari

Il 2 aprile bisogna depositare le liste: è in corso, per tutti, la raccolta delle firme. Ne occorrono almeno 175. Salvo rinunce o fallimenti proprio nella raccolta delle firme, sono nove i candidati sindaco a Rapallo e sette a Chiavari.

Mancano 45 giorni alle elezioni amministrative di Chiavari e Rapallo e oggi è la giornata di convocazione dei comizi elettorali. L’altra grande scadenza sarà quella del 2 aprile, entro cui tutte le liste dovranno essere depositate, con un numero di firme di elettori, ovviamente valide, tra 175 e 350. Agli elettori ricordiamo che, chiaramente, si può firmare per una lista soltanto, altrimenti si commette un reato penale. Si eleggono, dopo i tagli della manovra finanziaria dell’anno scorso, sedici consiglieri comunali, più il sindaco. Per la definizione ufficiale delle candidature, non resta che accertare che tutte le liste collegate ai preannunciati candidati sindaco riescano a ottenere le firme previste. A Chiavari, hanno preannunciato la candidatura, in ordine alfabetico: Vittorio Agostino, Giorgio Beaud, Giorgio Canepa, Giuseppe Corticelli, Vito Elia, Roberto Levaggi, Giorgio “Getto” Viarengo. A Rapallo, il numero degli aspiranti sindaci è addirittura di nove. Sempre in ordine alfabetico, si tratta di: Marianna Baiano, Mauro Barra, Pier Giorgio Brigati, Mentore Campodonico, Andrea Carannante, Antonella Cerchi, Giorgio Costa, Nadia Molinaris, Andrea Pescino.