Pubbliche assistenze, “aumentiamo i rimborsi per tenerle in vita”

Il consigliere regionale Muzio con l’assessore alla sanità Viale

La proposta di Claudio Muzio in Regione a fronte della sentenza del Consiglio di Stato che impone la gara per i servizi non urgenti: “Più fondi per quelli di emergenza e i trasporti qualificati”.

In Regione Liguria si cerca una soluzione per le pubbliche assistenze, dopo la sentenza del Consiglio di Stato del 2018 che ha dichiarato incompatibile l’attuale sistema in atto con la direttiva europea che prevede un bando di gara per assegnare i trasporti non di urgenza. Il consigliere di Forza Italia Claudio Muzio sottolinea che “le pubbliche assistenze potrebbero veder messa a rischio la loro stessa sopravvivenza” ma commenta: “Le leggi vanno rispettate”. Quindi, Muzio avanza la proposta di rivalutare economicamente gli altri servizi assegnati direttamente alle “croci”, ovvero quelli di emergenza e trasporto qualificato, “e quindi – spiega – rivalutare l’ammontare dei rimborsi, ad oggi purtroppo inadeguati, per questo tipo di viaggi, in particolare per quelli che riguardano l’entroterra”.