Prostituzione cinese, una alcova a Rapallo

L'indagine spezzina ha riguardato mezza Italia
L’indagine spezzina ha riguardato mezza Italia

Indagine dei carabinieri della Spezia: tre arresti nel Milanese. Due uomini ed una donna cinese gestivano un giro di prostituzione anche con immigrate clandestine.

C’è anche una casa di Rapallo, tra quelle individuate dai carabinieri del comando provinciale della Spezia che hanno scoperto un giro di prostituzione in appartamento con sfruttamenti di immigrate cinesi, alcune irregolari. Sono tre le persone verso cui sono state emesse ordinanze di custodia cautelare in carcere, con l’accusa di sfruttamento della prostituzione e favoreggiamento dell’immigrazione irregolare. Si tratta di due italiani ed una donna cinese, tutti residenti nella zona di Milano. Se le tre menti dell’organizzazione vivevano in Lombardia, il crimine si concretizzata, però, altrove: gli appartamenti usati come alcova, infatti, oltre che a Rapallo, si trovavano a Spezia e pure a Roma, con attività pubblicizzata via internet e con annunci sui quotidiani locali.