Produrre meno rifiuti: obiettivo strategico per tutto il territorio della Città metropolitana di Genova

Il consigliere Enrico Pignone
Il consigliere Enrico Pignone

Oggi il consigliere Enrico Pignone apre gli “stati generali” per arrivare a definire l’attuazione di una vera e propria “economia circolare”: prevenzione dei rifiuti, riutilizzo, rigenerazione.

Un “libro bianco sull’economia circolare”, che delinei come riutilizzare i prodotti e limitare al massimo la trasformazione in spazzatura, è l’obiettivo che lancia la Città metropolitana di Genova, in relazione al proprio intero territorio. Enrico Pignone, il consigliere delegato all’Ambiente, incontra oggi, alla Camera di commercio, sindaci, categorie economiche, organizzazioni di categoria e rappresentati dell’associazionismo, presentato il Piano che organizza il ciclo dei rifiuti sino al 2020, quando ci si dovrà articolare in un bacino regionale unico. Durante l’incontro, il presidente di Amiu, Marco Castagna, presenterà il programma degli “Stati generali” che nei prossimi mesi si dovrebbe sviluppare in un percorso partecipativo dedicato all’economia circolare: “Si  punta – spiega Pignone – sulla prevenzione dei rifiuti, la rigenerazione, la riparazione e il riciclo, nonché sulla condivisione di beni e servizi”.