Prima infanzia, anche i centri bambini e bambine nell’albo regionale dei nidi accreditati

Nel territorio esempi a Moneglia e Recco
Nel territorio tra gli esempi Moneglia, Lavagna e Recco

I centri bambini e bambine saranno inseriti nell’albo regionale dei nidi d’infanzia accreditati nell’ottica regionale di potenziare l’offerta dei servizi rivolti alla prima infanzia sul territorio.

Anche i centri bambini e bambine saranno inseriti nell’albo regionale dei nidi d’infanzia accreditati. “I centri sono assimilabili ai nidi – spiega la vicepresidente della Regione Sonia Viale – e hanno una funzione importante di sostegno alle famiglie. Riteniamo che l’offerta di servizi rivolti alla prima infanzia sia essenziale per la conciliazione lavoro-famiglia e pertanto debba essere mantenuta capillarmente sul territorio e, dove possibile e richiesto, implementata”. I centri bambini e bambine si differenziano dai nidi per il fatto che la permanenza dei bambini, di età compresa fra i 16 e i 36 mesi, non supera le cinque ore, non viene somministrato il pranzo, ma solo uno spuntino. Nel territorio si annoverano, ad esempio, quello di Moneglia, Davvero Veramente di Lavagna e Spazio famiglia di Recco.