Presto due semafori alla curva di Bacezza

La firma del verbale di cessione

Anas cede al Comune di Chiavari una porzione della via Aurelia e il confine del centro abitato si allarga di poco più di un chilometro. Il verbale di cessione è stato firmato stamattina. Come ricorda il sindaco, Marco Di Capua, l’obiettivo è «permettere una regolamentazione della viabilità e un aumento della sicurezza dei cittadini che accedono al santuario e alla cava di Bacezza». «Nei prossimi mesi inizieremo le operazioni d’installazione di due semafori – spiega il presidente del consiglio comunale, Antonio Segalerba – Uno all’incrocio con la strada che porta alla discarica, per agevolare l’uscita e manovra di mezzi pesanti, l’altro in prossimità dell’attraversamento pedonale presente nel tratto in curva». Ci saranno anche dispositivi per il controllo della velocità – spiega l’assessore alla Viabilità Giuseppe Corticelli – con limite fissato a 50 all’ora, come nella viabilità urbana. Interviene con una nota propria sul tema anche il consigliere di Partecip@ttiva Giorgio Canepa, che dice: «Fin dall’inizio del mio impegno nella politica locale, ho sollecitato le varie amministrazioni a trovate una adeguata soluzione per risolvere le situazioni di rischio che esistevano in questa area, in particolare per l’accesso al Santuario, ed al continuo transito dei veicoli che gestiscono i rifiuti della città. Oggi è finalmente possibile partire con la realizzazione per la messa in sicurezza e questo dimostra che, seppure con tante difficoltà e nonostante la burocrazia, l’impegno e la caparbietà permettono di superare gli ostacoli».

Si sposta il centro urbano di Chiavari