Premio Bindi a Fabrizio Casalino

Fabrizio Casalino

Fabrizio Casalino  con  “L’uomo proiettile” vince il premio Bindi 2012. Noto anche come cabarettista, a Santa ha fatto l’en plein: miglior testo, miglior musica e migliore interpretazione.Si aggiudica anche il premio per il miglio testo, quello per la migliore musica ed anche per la migliore interpretazione.
La giuria era composta da personaggi di spicco del giornalismo musicale e del mondo della canzone d’autore (Marzio Angiolani – saggista, Massimo Artesi – Associazione Umberto Bindi, Lucia Carenini – Bielle, Armando Corsi – musicista, Gaetano D’Aponte – Premio Bianca D’Aponte, Enrico de Angelis – Premio Tenco e critico musicale, Gianluca Giusti – Trovarobato, Jonathan Giustini – Carta da Musica. ufficio stampa, Lucia Marchio’ – Repubblica, Christian Marras – Targa Quirici, Francesco Paracchini – L’isola che non c’era, Andrea Polidoro – Trovarobato, Claudio Pozzani  -Festival Internazionale di Poesia, Andrea Podestà – saggista, Franco Settimo – giornalista e collezionista e dai musicisti del Premio Bindi).

Nulla è rimasto per gli altri nove finalisti: Accademia dei Folli con “Uomini e topi”, Emanuele Dabbono con “Alla fine”, Roberta Di Mario con “Microstoria”, Diversamente Rossi con “Vivo così”, Massimo Donno con “Amore e marchette”, Frei con “Spacco l’ufficio”, Lorenzo Malvezzi con “Manifesto popolare”, Cassandra Raffaele con “Tra mille occhi” 
e Giuseppe Righini con “I fiori di plastica sono per sempre”.
Alla serata anno preso parte come ospiti: Marco Ferradini, Giulio Casale, Zibba, Dino Fumaretto.