Premiati i Comuni che riciclano di più: bene Sestri, Lavagna, Recco e Sori

La differenziata è un obiettivo spesso arduo
La differenziata è un obiettivo spesso arduo

I dati sono quelli del 2015: Chiavari ad un soffio dal 65% di differenziata. Giampedrone: “La legge richiede subito il 45% effettivamente riciclato. Chi è già in linea è stato lungimirante”.

Risultati a luci e ombre, nel Levante, per la raccolta differenziata. Emergono dalla premiazione dei cosiddetti “Comuni ricicloni”, avvenuta ieri a Genova, durante la quale l’assessore regionale all’Ambiente, Giacomo Giampedrone, ha ricordato che “entro fine anno i Comuni liguri devono arrivare al 45% di recupero dei materiali sulla raccolta differenziata, primo passo per arrivare entro il 2020 al 65%”. Sono 32 i Comuni liguri, definiti “lungimiranti” dall’assessore, che già nel 2015 hanno superato la soglia del 65% di raccolta differenziata. Tra questi, la migliore Sestri Levante con il 71,27%, poi si trovano Lavagna con il 68,69%, Recco con il 67,46%, Sori con il 65,37%. Chiavari è lì vicina, con il 63,83%, Rapallo è rimasta al 52,11%, Santa Margherita al 47,92%, meglio Camogli con il 54,34%. Rimangono, generalmente, bassi i numeri in entroterra, anche se qui molti Comuni hanno introdotto quest’anno i nuoci sistemi di raccolta, e a Zoagli, dove la percentuale è il 16,08%.  Questo, ripetiamo, in base ai dati 2015.