Premi e penalità dalla Regione per i risultati della differenziata

Uno scorcio di Casarza

Riconoscimenti per Casarza, Sestri, Rapallo e Uscio. Proprio a Casarza, però, l’opposizione polemizza, oggi, sulle spese del Comune in consulenze esterne: quasi 150mila euro quest’anno.

Arrivano premi, dalla Regione Liguria, per i Comuni che meglio abbiano applicato la raccolta differenziata. In questo novero, però, il Levante è poco rappresentato. Secondo i dati 2011, affrontati dalla giunta Burlando, Casarza è l’unico centro del Tigullio ad aver superato il 45%. Rapallo appartiene alla categoria di quelli tra il 35 ed il 45%, Sestri Levante a quella tra il 30 ed il 35%, mentre Uscio ha superato il 25% con una produzione pro capite di 450 chilogrammi. Questi, dunque, rientrano tra i Comuni liguri che si divideranno contributi per 800mila euro. Penalizzati, con aumento del costo di discarica, coloro che, invece, hanno ottenuto i risultati peggiori.

 

Proprio a Casarza, intanto, è polemica sulle spese del Comune per le consulenze esterne. Il dato è reso noto dal gruppo di opposizione di “Insieme per Casarza”: nel 2012, sono stati impegnati a questa voce 147’975 euro. “Contravvenendo alla legge che impone la pubblicazione di tutti gli atti amministrativi nell’albo pretorio on line – attaccano, poi, dalla minoranza – e nonostante ben due interpellanze presentate dal consigliere Banchero finalizzate a sollecitare la giunta ad adeguarsi alla normativa vigente, in vigore da quasi due anni, ad oggi nessuna delibera di giunta è ancora disponibile sul sito del Comune di Casarza”.