Preli, sgomberate dodici persone

La zona Preli può cambiare volto

Erano tutti rumeni di Timishoara gli occupanti dell’ex cantiere navale. Adesso, hanno preso avvio le operazioni di pulizia e interdizione dell’accesso, che impegneranno gli operai incaricati per diversi giorni.

Ha avuto corso, questa mattina, il preannunciato sgombero dell’ex cantiere navale di Preli, dopo l’accordo raggiunto tra la proprietà dell’area e la nuova amministrazione comunale di Chiavari. Erano una dozzina le persone, tutti rumeni di Timishoara, trovate questa mattina, attorno alle 7, all’arrivo di polizia municipale e carabinieri. Se ne sono, dunque, andati, senza opporre resistenza, dopo aver raccolto le proprie cose, in alcuni casi anche con una piccola valigia.  Adesso, ha preso avvio l’intervento degli operai incaricati dalla proprietà di interdire l’accesso all’area e ripulirla completamente. Domattina, sempre con la sorveglianza della municipale, arriverà un camion del Comune per il trasporto dei rifiuti, ma l’intervento complessivo di pulizia impegnerà per alcuni giorni. In prospettiva, invece, come garantito, ieri, dal sindaco Levaggi, vi è l’avvio dell’annoso intervento di riqualificazione dell’area, che dovrebbe arrivare tra qualche mese, dopo che Comune e proprietà avranno concordato alcune varianti al progetto, per adeguarlo alle disposizioni della Regione previste dal Piano territoriale della costa.