Preferenze di genere e abolizione del listino, cambia la legge regionale in Liguria

consiglio regionale
L’aula del consiglio regionale

Cambia, a due mesi dal voto, la legge elettorale in Liguria.

L’emendamento approvato oggi all’unanimità dal consiglio regionale prevede la preferenza di genere: gli elettori potranno dunque esprimere due preferenze, purché a candidati di sesso diverso. Sarà inoltre introdotto un limite del 60% per i candidati dello stesso sesso nella formazione delle liste regionali. L’altra novità riguarda l’abolizione del listino: 24 consiglieri saranno eletti sulla base di liste provinciali concorrenti, mentre gli altri 6 saranno assegnati come premio di maggioranza alle liste collegate al candidato presidente vincitore.

Nel corso del dibattito sono intervenuti anche i consiglieri Franco Senarega, Luca Garibaldi e Claudio Muzio. Quest’ultimo, pur votando a favore, ha espresso alcune perplessità per il cambiamento, deciso in tempi troppo ristretti, sostenendo inoltre che il sistema elettorale vigente ha garantito per anni la governabilità.