Ponte Morandi e mareggiata, la Cisl chiede fondi a sostegno dei lavoratori

I segretari territoriali della Cisl Andrea Sanguineti e Marco Granara

Il segretario dell’area metropolitana Granara presenterà altre domande al Governo durante un incontro richiesto alla Prefettura.

I fondi di sostegno ai lavoratori, aperti dopo la tragedia del ponte Morandi, e già insufficienti allora, sono assolutamente carenti dopo che si è aggiunta la mareggiata di fine ottobre, che dovrebbe aver privato dell’impiego qualche centinaio di persone, tra i settore della pesca e del turismo. Lo dice la Cisl, con il segretario dell’area metropolitana, Marco Granara, e il responsabile sul Tigullio, Andrea Sanguineti. Il sindacato chiede di rimpinguare i provvedimenti straordinari attuati per l’emergenza in Liguria e presenterà altre domande al Governo, in un incontro richiesto alla Prefettura: tra queste, anche opere infrastrutturali, come il tunnel della Fontanabuona e il prolungamento di viale Kasman con revisione dell’area del casello autostradale di Lavagna.